ISTITUTO INTERNAZIONALE DI STUDI LIGURI

 

 

L'Istituto Internazionale di Studi Liguri, fondato da Nino Lamboglia, continua dal 1937 l'opera del Museo Bicknell di Bordighera, ideato dall'inglese Clarence Bicknell nel 1888 ed eretto in ente morale fin dal 1924, e della Società Storico-Archeologica Ingauna e Intemelia, sorta nel 1932 in Albenga e in Ventimiglia. Esso è un sodalizio autonomo, aperto a tutti gli studiosi e le persone di cultura che si interessano allo studio e alla valorizzazione della storia e dell'archeologia, dei monumenti antichi e della tradizione regionale, in tutto l'arco nord-occidentale del Mediterraneo che fu popolato in origine dai Liguri e che è legato all'ambiente ligure da rapporti di affinità e di discendenza comune.


L'Istituto si è organizzato in forma internazionale dopo l'ultima guerra ed ha attualmente 13 Sezioni, un Presidente, un Vicepresidente, due Copresidenti, uno per la Francia ed uno per la Spagna, e una Direzione che coordina il lavoro di tutte le Sezioni e che funziona con personale proprio presso il Centro Nino Lamboglia di Bordighera, sede centrale dell'Istituto.

In Italia esercita la sua più larga azione nelle Riviere liguri oltre che a Genova, ed estende pure la sua attività in Piemonte, in Lombardia e nell'Appennino orientale fino a Lucca, entro i limiti della Liguria preistorica e protostorica. In Francia esso coordina parallelamente gli studi preistorici ed archeologici del Mezzogiorno e della valle del Rodano, ove è più viva la tradizione del substrato ligure, entro i limiti dell'antica "Provincia Narbonensis".Sono in corso contatti per riorganizzare le sezioni spagnole e catalane.


Per l'organizzazione e per il progresso degli "Studi Liguri" così definiti, e per la loro diffusione nel mondo scientifico e fra il pubblico di ogni nazione, l'Istituto ha creato una vasta serie di riviste e di pubblicazioni monografiche, di grande rigore tecnico e al tempo stesso accessibili a tutte le persone desiderose di conoscere il passato del proprio paese: la Rivista di Studi Liguri come organo internazionale, le altre specificamente italiane (Ligures, Rivista Ingauna e Intemelia, Giornale Storico della Lunigiana e del Territorio Lucense, Studi Genuensi) o francesi (Cahiers Ligures de Préhistoire et d'Archéologie, ora Cahiers Ligures de Préhistoire et de Protohistoire), favorendo così un costante scambio reciproco di insegnamenti e di idee fra le maggiori nazioni latine. Esso è anche all'avanguardia negli studi sulla ceramica di età romana e nell'organizzazione delle ricerche sottomarine, che hanno avuto il loro punto di partenza in Liguria e in Provenza dopo il 1950.


L'Istituto organizza i Congressi Internazionali di Studi Liguri e i Congressi Internazionali di Archeologia Sottomarina; più frequentemente adunanze e convegni, a cui possono partecipare tutti i soci, e infine i Corsi Internazionali di Studi Liguri, che tendono sopratutto alla preparazione dei giovani allievi nel campo archeologico. Le singole Sezioni indicono pure periodicamente adunanze scientifiche, escursioni e visite a musei, monumenti e scavi, e svolgono, in particolare nella Riviera di ponente ove l'Istituto è nato, molteplici attività pratiche di scavo, restauro, valorizzazione di ogni aspetto della storia regionale. Le principali sezioni hanno sede e funzionamento autonomo, con una propria biblioteca, coordinata con quella centrale del Museo Bicknell. Altre hanno vita più formale od esclusivamente scientifica.

 

* * * * * * * * *

 

The Istituto Internazionale di Studi Liguri (IISL) was founded in 1947, by Nino Lamboglia, as an amalgamation of “Clarence BicknellMuseum of Bordighera, established in 1888 by the English Anglican Priest Clarence Bicknell and the Società Storico-Archeologica Ingauna e Intemelia, founded in 1932 at Albenga and Ventimiglia. Since its creation, the IISL has pursued an important cultural activity based on the British tradition of the “Clarence Bicknell” Museum, the first museum in western Liguria, founded at Bordighera (IM). A great community of British citizens had chosen to live in the so-called Città delle Palme, attracted by the magnificent green landscape, the mild climate and the warm Mediterranean colours, as the painter Claude Monet showed in his masterpieces and the exiled Italian writer Giovanni Ruffini, described in the novel Doctor Antonio, first published in English language, in Edinburgh 1855, which turned out to be a great success.

 

The IISL is a cultural Institution for study and research purposes in the historical-archaeological context, characterized by an open membership structure, no-profit socio-cultural social utility (O.N.L.U.S.). The headquarters of IISL is placed in Nino Lamboglia’s Center at Bordighera (IM) and it includes 13 Sections located in Liguria, Piemonte and Lazio. The IISL manages several museums (Ventimiglia, Imperia, Diano Marina, Albenga, Finale Ligure, Savona), the Library of Quiliano and the Historical Archives of Albenga, on behalf of the respective municipalities.

The Istituto Internazionale di Studi Liguri conserves its own library at the “Clarence Bicknell” Museum; a collection of 113.000 volumes, 1300 specialized magazines and reviews: one of the most important library centres, in Italy, for specialized archaeological and historian studies.

 

 

MOSTRA PERMANENTE POMPEO MARIANI

 

 

I dipinti del pittore Pompeo Mariani (Monza 1857 - Bordighera 1927), esposti nella Sede Centrale dell’Istituto Internazionale di Studi Liguri di Bordighera, illustrano la produzione del Mariani, che fu varia ed assai vasta. I disegni ed i bozzetti integrano e completano il percorso artistico dell’autore e forniscono un’idea assai verosimile del suo lavoro.

 

La mostra è visitabile dal lunedì al venerdì con il seguente orario: 10-12 // 15-17

 

INGRESSO

INTERO: € 2,00

RIDOTTO: gruppi (da 5 persone in  su) e over 65: € 2,00

RAGAZZI (da 6 a 14 anni): € 1,00

Biglietto cumulativo (Museo “Clarence Bicknell” + Mostra “Pompeo Mariani”): € 4,00

Biglietto cumulativo gruppi e over 65 (Museo “Clarence Bicknell” + Mostra “Pompeo Mariani”): € 3,00

 

 

STATUTO SOCIALE ISTITUTO INTERNAZIONALE DI STUDI LIGURI

 

 

Testo dello Statuto, approvato con D.M. del 19 aprile 2000 dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, in sostituzione del primo statuto D.C.P.S. n. 390 del 7 marzo 1947, con le modifiche apportate dall’Assemblea dei Rappresentanti in data 11 dicembre 1999, 2 giugno 2003 e 5 giugno 2004.

(scarica statuto IISL)

 

 

 

 

 

 

 

Questo sito utilizza cookies tecnici necessari per il funzionamento